Visualizza articoli per tag: esclusiva

Grazie ad un'apertura speciale, sarà possibile scoprire insieme la splendida e poco nota area sotterranea della Chiesa di Santa Susanna. Antichissimo complesso archeologico venuto alla luce a più riprese a partire da scavi ottocenteschi, l'area è tutt'ora oggetto di moderne indagini archeologiche, volte ad indagarne la storia e lo sviluppo nel tempo. Un’area molto ampia, rimasta a lungo completamente sconosciuta, che ha riservato a più riprese numerose sorprese ed interessanti curiosità a storici e studiosi.
Nell'ambito della visita, ripercorreremo insieme lo sviluppo di questa zona di Roma, dove fu edificata una Chiesa paleocristiana sulle case di Caio e Gabino, zio e padre della martire Susanna.  Avremo modo di scoprire i resti di una diramazione dell’Acquedotto Marcio, ripercorrendo i ritrovamenti di un antico pozzo romano, attraversando preziose pavimentazioni musive e ammirando un’area funeraria e splendidi frammenti decorativi di intonaci dipinti.
Un percorso ricco ed affascinante, capace di emozionare e di farci apprezzare un altro prezioso angolo sconosciuto della nostra Città.

Visita con apertura straordinaria in esclusiva di un luogo ricco di fascino e suggestione: la chiesa di san Lorenzo in Miranda, nata all’interno delle antiche vestigia del Tempio di  Antonino Pio e Faustina al Foro Romano.
Dalla sommità del suo alto podio ammireremo una insolita veduta del Foro dal portale della chiesa e i dipinti che ne adornano l’interno, alcuni dei quali di celebri autori quali Pietro da Cortona e Domenichino. Visiteremo infine la collezione del piccolo Museo del Nobile Collegio Chimico Farmaceutico degli Speziali fondato nel 1429 da Martino V, che ha sede nei sotterranei. Uno scrigno prezioso nel cuore della Città di Roma tutto da scoprire!

Unica basilica di Roma non edificata su precedenti ruderi romani, la Chiesa dei SS. XII Apostoli ha vissuto una storia ricca di particolarità e vicissitudini, che passa attraverso riutilizzi di materiali antichi, abbellimenti papali, terremoti ed ampli restauri. Con il suo lussuoso e celebre portico quattrocentesco che affaccia sula strada, si configura oggi come prezioso scrigno di splendide opere realizzate da grandissimi maestri d’Arte, come lo stupefacente e illusionistico affresco di Giovanni Odazzi rappresentante la caduta degli Angeli ribelli, o il monumentale sepolcro di papa Clemente XIV firmato da Antonio Canova. Valore aggiunto alla maestosità della Chiesa è il recente restauro eseguito sulla meravigliosa intercapedine affrescata nota come Cappella Bessarione, casualmente scoperta a metà dello scorso secolo durante lavori di manutenzione nel confinante Palazzo Colonna. I recenti restauri hanno permesso di riportare alla luce gli originari affreschi quattrocenteschi, che rendono la cappella uno dei luoghi più importanti per la storia della pittura del ‘400 a Roma, e grazie alle impalcature metalliche messe in sicurezza dopo il recente intervento di restauro, sarà possibile ammirare in esclusiva, da distanza ravvicinata, tutto il ciclo pittorico della sala, testamento religioso del cardinale Bessarione e stupefacente esempio di decorazione iconografica sacra.