Visualizza articoli per tag: sotterranei

Grazie ad un'apertura speciale, sarà possibile scoprire insieme la splendida e poco nota area sotterranea della Chiesa di Santa Susanna. Antichissimo complesso archeologico venuto alla luce a più riprese a partire da scavi ottocenteschi, l'area è tutt'ora oggetto di moderne indagini archeologiche, volte ad indagarne la storia e lo sviluppo nel tempo. Un’area molto ampia, rimasta a lungo completamente sconosciuta, che ha riservato a più riprese numerose sorprese ed interessanti curiosità a storici e studiosi.
Nell'ambito della visita, ripercorreremo insieme lo sviluppo di questa zona di Roma, dove fu edificata una Chiesa paleocristiana sulle case di Caio e Gabino, zio e padre della martire Susanna.  Avremo modo di scoprire i resti di una diramazione dell’Acquedotto Marcio, ripercorrendo i ritrovamenti di un antico pozzo romano, attraversando preziose pavimentazioni musive e ammirando un’area funeraria e splendidi frammenti decorativi di intonaci dipinti.
Un percorso ricco ed affascinante, capace di emozionare e di farci apprezzare un altro prezioso angolo sconosciuto della nostra Città.

Mercoledì 28 Dicembre 2016 22:19

Il Mitreo Barberini

Il mitreo Barberini è una testimonianza preziosa per ricostruire gli elementi cultuali della religione misterica più diffusa a Roma e nell’Impero, che fu diretta concorrente del nascente Cristianesimo. La particolarità del sito archeologico che visiteremo è la splendida decorazione pittorica della parete di fondo, rara testimonianza, giacché la maggior parte delle raffigurazioni di Mitra consistono in rilievi di marmo o terracotta. Ripercorreremo la storia del Mitraismo e attraverso i resti pittorici racconteremo le ipotesi interpretative degli studiosi circa il culto che ha affascinato ed affascina tutt’ora gli appassionati di storia delle religioni.

Lunedì 19 Dicembre 2016 18:22

I sotterranei di San Crisogono a Trastevere

I sotterranei di San Crisogono conservano le vestigia di uno dei più antichi tituli sorti nella zona di Trastevere. A inizio ‘900 avvennero le prime scoperte della basilica paleocristiana ed in seguito a campagne di scavo vennero alla luce tesori inaspettati. Esempio di stratificazione urbanistica di estremo interesse, scopriremo cosa si cela nei sotterranei immergendoci letteralmente nella Storia tra antichi lacerti pittorici ed imponenti rovine, per far luce su quella che era la situazione topografica e urbanistica di Trastevere in epoca romana.

Mercoledì 26 Ottobre 2016 22:21

I Sotterranei della Basilica di San Clemente

Una scoperta che inizia dalla facciata barocca e continua tra i mosaici, i pavimenti cosameteschi, le architetture e i preziosi ornamenti, fino a “toccare”, attraverso un suggestivo precorso  sotterraneo, la precedente basilica paleocristiana, le opere architettoniche di periodo romano, e l’antico mitreo. Una fucina di trasformazioni, mutazioni e restauri che, nei secoli, l’hanno resa una delle testimonianze storico-artistiche più suggestive e pregnanti dell’evoluzione del cristianesimo romano, nonché uno dei “capolavori assoluti” della nostra Storia dell’Arte.

Mercoledì 26 Ottobre 2016 21:53

Il Sotterraneo Stadio di Domiziano

L’atmosfera quasi magica che Roma ci regala in autunno ci accompagnerà in una piacevole passeggiata, da Piazza Navona allo Stadio di Domiziano.
Ci incontreremo nella Piazza, da sempre celebre “salotto” di feste fra maestose architetture, per poi giungere all’area archeologica sotterranea dello Stadio di Domiziano, situato proprio al di sotto di essa. Vi racconteremo, attraverso il tessuto della Città moderna, le antiche tracce urbanistiche dell’antico Stadio, per poi scendere ad ammirarlo dai vivo. Rievocheremo quelli che furono i giochi e i divertimenti dell’Antica Roma, tra reperti archeologici, antiche mura ed atmosfere perdute.

Quando il fluire della storia lascia il suo solco indelebile nelle opere artistiche ed architettoniche, nascono perle dal valore unico come quella della Basilica di San Clemente a Roma: fucina di trasformazioni, mutazioni e restauri che, nei secoli, l’hanno resa una delle testimonianze storico artistiche più suggestive e pregnanti dell’evoluzione del cristianesimo romano nonché uno dei “capolavori assoluti” della nostra Città. Una scoperta che inizia dalla facciata barocca del XVIII secolo, affacciata sulla storica via Labicana, e che si addentra nelle navate del XII secolo erette assieme al corpo della basilica da papa Pasquale II. Tra mosaici e pavimenti di straordinario prestigio, architetture e ornamenti cosmateschi, lo sviluppo della basilica progredisce, sorprendendo con la magnificenza dei soffitti lignei dipinti e delle cappelle affrescate, rivelando nella sua struttura le forme della precedente basilica paleocristiana perduta durante il sacco dei Normanni del 1084, ma non completamente scomparsa. Inoltrandosi nei sotterranei è infatti possibile ammirarne le vestigia, assieme alle opere architettoniche di periodo romano tra cui un antico mitreo, che costituiscono le vere fondamenta ed il cuore antico di una basilica che racconta la storia e le vicissitudini di un’intera città.     

Il Santuario della Scala Santa di San Giovanni in Laterano custodisce una delle più importanti “scale sante” del mondo, una via diretta che percorsa con fede ed ammirazione conduce dal centro di Roma al cuore dell’antica Gerusalemme sacra. Da sempre associata alla celebre Basilica, la Scala si colloca in realtà nell’insieme di un più vasto complesso precedentemente esistente, il cosiddetto Patriarchio Costantiniano. L’Antica residenza papale fu sfruttata fino al XVI secolo, prima della costruzione del moderno Palazzo commissionato di Sisto V. La nostra visita culturale sarà così articolata: inizieremo dalla Scala Santa e dalla preziosa Cappella Papale nota come Sancta Sanctorum, proseguiremo con la scoperta della porzione dei sotterranei del Patriarchio inseriti all’interno dell’ampio percorso di quella che oggi è la sede dei Padri Passionisti in Laterano. Visiteremo inoltre lo splendido Giardino dei Padri Passionisti dove respireremo la suggestiva atmosfera tardo antica e medievale di quella che fu la prima residenza pontificia di Roma.
La visita avverrà con apertura speciale, in esclusiva, dopo l’orario di chiusura.